Uncategorized

Chirurgia estetica delle palpebre

13 Luglio, 2020

Descrizione della chirurgia estetica delle palpebre

La chirurgia palpebrale estetica o blefaroplastica è una procedura per migliorare l’estetica e la funzione delle palpebre superiori e/o inferiori. Si tratta di un intervento di chirurgia estetica con risultati rapidi che permette un significativo ringiovanimento.

Per la blefaroplastica superiore, rimuoviamo la pelle e il muscolo in eccesso che formano la piega della palpebra superiore. Possiamo anche rimuovere il grasso in eccesso che si trova sul bordo interno dell’occhio. La cicatrice è perfettamente nascosta nella piega palpebrale superiore.

Per le blefaroplastiche inferiori, di solito si pratica un’incisione intracongiuntivale (sul lato interno della palpebra, quindi senza cicatrici visibili) per rimuovere solo il grasso responsabile delle “borse” sotto gli occhi. In alcuni casi si può osservare un rilassamento del muscolo orbicolare delle palpebre. Questo muscolo viene poi ri-teso fissandolo alla superficie del muscolo temporale. Eseguiamo quindi una fissazione temporanea della cartilagine palpebrale inferiore o della cantopessia per stabilizzare la palpebra inferiore durante la guarigione. In rari casi, in cui l’eccesso cutaneo inferiore è maggiore, pratichiamo un’incisione cutanea subciliare per rimuovere la pelle, ma sempre al minimo.
Blefaroplastica in pratica

Può essere richiesto un esame oculistico prima dell’intervento se si dispone di una particolare anamnesi, come la secchezza cronica degli occhi.

La procedura viene eseguita in neuroleptanalgesia (anestesia locale profonda con sedativi endovenosi) il più delle volte, ma a volte anche in anestesia generale (per comodità personale). Ciò richiede un consulto preanestetico almeno 48 ore prima dell’operazione. L’anestesia locale pura è perfettamente possibile per la chirurgia palpebrale superiore isolata. Nella maggior parte dei casi l’operazione viene eseguita in ambulatorio. Si può tornare a casa con una scorta 3 ore dopo l’operazione.

I postumi sono semplici ma segnati da alcune contusioni peri-oculari (lividi intorno alla palpebra) che possono durare dai 5 ai 15 giorni. È utile prendere l’Arnica 3 giorni prima dell’operazione e usare un trucco speciale dopo l’operazione per camuffare le contusioni.
Le specificità della nostra chirurgia estetica delle palpebre

La blefaroplastica è una procedura molto meticolosa che richiede una perfetta analisi dell’anatomia delle palpebre del paziente. Per questo motivo applichiamo un piano di trattamento personalizzato ad ogni paziente.

Per esempio, in caso di occhi infossati, eviteremo di rimuovere il grasso il più possibile e ci concentreremo sul ritensionamento della pelle. Al contrario, in caso di palpebre pesanti, rimuoveremo il grasso e i muscoli.

Combiniamo regolarmente anche altre procedure con la chirurgia estetica delle palpebre, come il mini lifting temporale per sollevare la coda delle sopracciglia e l’iniezione di grasso purificato (lipofilling) per ripristinare il volume degli zigomi.

Domande e risposte

La chirurgia plastica alle palpebre cambierà il mio aspetto?

No, una blefaroplastica ben eseguita non cambia l’aspetto e quindi non la personalità. Permette di ottenere occhi meno pesanti e un aspetto più riposato. Lo sguardo viene modificato in caso di complicazioni come la retrazione della palpebra inferiore o dell’occhio rotondo.
Quali sono le possibili complicazioni della chirurgia estetica delle palpebre?

La chirurgia della palpebra superiore è un’operazione che solo molto raramente dà luogo a complicazioni (prima di tutto, erosioni o irritazione della cornea).

D’altra parte, la chirurgia delle palpebre inferiori è più complessa. A volte si trova se il chirurgo ha rimosso troppa pelle una retrazione verso il basso della palpebra inferiore o dell’occhio rotondo.
E’ molto importante ri-tendere il muscolo orbicolare e fissare temporaneamente la cartilagine della palpebra inferiore (cantopessia) per evitare questo fenomeno.
Il risultato della chirurgia estetica delle palpebre è stabile nel tempo?

Sì, il risultato di una chirurgia palpebrale estetica o di una blefaroplastica è stabile nel tempo. A parte un’importante variazione di peso, le tasche di grasso raramente ricorrono dopo una blefaroplastica inferiore. D’altra parte, l’invecchiamento della parte superiore del viso tende, 10 anni dopo un primo intervento chirurgico, a ricreare l’eccesso di pelle sulla palpebra superiore.
La soluzione è quindi quella di eseguire un mini-lift Temporal per ritensionare la parte superiore del viso, in particolare le sopracciglia e la fronte.
Ci sono blefaroplastiche coperte dall’assicurazione sanitaria?

Sì, ma fanno parte della chirurgia ricostruttiva. Così, se la pelle delle palpebre superiori cade sulle ciglia e amputa il campo visivo, si chiama dermatochalasis e l’operazione può essere pagata. In altri casi, è la palpebra superiore stessa che cade a causa di un rilassamento del muscolo di sollevamento della palpebra. Questa si chiama ptosi e anche in questo caso l’operazione viene parzialmente rimborsata. Infine, la palpebra inferiore può essere completamente allentata e scoprire il bianco dell’occhio. Si tratta di un ectropione e il suo trattamento si basa su una cantoplastica definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code