Chirurgia plastica

I Fillers

13 Gennaio, 2020

La predisposizione alla bellezza è un atteggiamento connaturato nell’uomo e tale da indurlo a ricercarne i tratti distintivi sia in se stesso, sia nell’ambiente esterno. Bellezza, infatti, è sinonimo d’armonia, proporzioni, equilibrio, ma equivale anche ad eleganza e fascino; è quindi fondamentale valutare scientificamente le fasi di un invecchiamento che avanza senza ostacoli e trovare i rimedi più efficaci per combatterlo. I segni manifesti sono la formazione di LINEE, RUGHE e PIEGHE in altre parole solchi permanenti a profondità variabile.

Le cause possono essere così riassunte:

– Invecchiamento propriamente detto
– Forza di gravità
– Posture notturne
– Movimenti muscolari

A loro volta possiamo classificare le rughe stesse sotto un aspetto morfo-evolutivo in:

– Rughe d’espressione (legate alla mimica facciale)
– Rughe gravitazionali (legate ad alterazioni delle fibre del derma)
– Rughe attiniche (legate ai danni da radiazioni solari sulle fibre elastiche)
– Pieghe da sonno (legate alla postura notturna)

I fillers ed i biorivitalizzanti appaiono quindi tra le soluzioni a maggiore potenzialità per contrastare i danni estetici del tempo.

In quest’ottica sono reperibili in commercio, ovviamente ad esclusivo utilizzo medico, prodotti con caratteristiche chimiche, durata, e sede d’impianto completamente diversi. Ciò permetterà al medico, in relazione a vari parametri medico-estetici e talvolta con ausilio d’altre tecniche (fotoringiovanimento mediante laser, peeling chimico, biostimolazione etc…) di programmare una terapia corretta di ringiovanimento del viso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code