Uncategorized

Indicazioni per l’aumento o il lifting del seno

7 Giugno, 2020

Indicazioni per l’aumento del seno

Ci sono molte ragioni per cui le donne scelgono di vedere un chirurgo per l’aumento del seno.

– I seni sono una parte del corpo che può canalizzare un sacco di complesso, soprattutto nelle donne molto giovani. In questo caso, l’aumento del seno mediante chirurgia estetica del seno può essere un’indicazione eccellente.
– Le pazienti con aumento del seno sono anche donne che hanno avuto diverse gravidanze o che hanno subito importanti cambiamenti di peso. Spesso in questi casi, il seno può essere cadente e piatto, che può essere definito come ptosi del seno. Le protesi mammarie, così come altre procedure più specifiche, permettono di sollevare i seni, ripristinando la loro posizione e forma originale.
– Alcune donne, in un approccio più puramente estetico, possono avere un aumento del seno anche se hanno un seno soddisfacente.
– Le protesi mammarie possono essere utilizzate anche in caso di asimmetrie del seno, per uniformare la forma e il volume di entrambi i seni.

Poiché le protesi mammarie sono reversibili, non c’è bisogno di preoccuparsi dei rimpianti.
Aumento del seno tramite lipofilling
1 – La tecnica di aumento del seno con Lipofilling

L’aumento del seno senza impianti è una tecnica più recente che permette di ottenere un risultato naturale. L’iniezione di grasso permette di aumentare il seno rimuovendo il grasso tramite liposuzione. Questa tecnica è chiamata lipofilling del seno. Permette risultati molto naturali e sta diventando sempre più popolare.
2 – I vantaggi specifici dell’aumento del seno con Lipofilling

L’aumento del seno tramite lipofilling può anche essere un’opportunità per eseguire una liposuzione che permette alla paziente di perdere qualche centimetro di circonferenza della vita o di eliminare un leggero eccesso di grasso. Inoltre, questa procedura consente di ottenere risultati stabili nel tempo, mentre la durata della vita di una protesi mammaria è limitata.
Aumento del seno mediante protesi mammarie

La chirurgia di aumento del seno con impianti è la tecnica più comunemente usata. Le protesi mammarie sono oggi soggette a controlli estremamente rigorosi per garantire che la procedura sia eseguita in completa sicurezza.
Si noti che possiamo anche combinare le 2 tecniche precedenti (impianto + iniezioni di grasso).
Convalescenza e cicatrici dopo l’aumento del seno

Le cicatrici causate dalla chirurgia delle protesi mammarie sono posizionate in modo da non dare troppo nell’occhio. I pazienti possono scegliere la posizione delle cicatrici più adatta a loro. Le cicatrici possono essere posizionate sotto il braccio, intorno all’areola o sotto il seno.

L’aumento del seno viene eseguito in anestesia generale, è necessario un consulto con l’anestesista prima dell’intervento. Dopo l’operazione, il recupero è di solito di pochi giorni a casa del chirurgo e l’intervento richiede poche cure post-operatorie. È necessario smettere di fumare prima dell’aumento del seno, per ottimizzare la guarigione delle ferite causate dalla chirurgia.

Le protesi mammarie sono impianti utilizzati in chirurgia plastica per aumentare il volume di un seno o per ricostruirlo. Sono soggetti a controlli molto severi per consentire un intervento chirurgico sicuro. Ci sono diverse forme (protesi anatomiche o rotonde) e tutte le dimensioni.

Le protesi mammarie sono disponibili in molte forme e dimensioni. La scelta tra una protesi mammaria rotonda o anatomica è spesso messa in discussione.
1. Protesi mammaria rotonda

Le protesi mammarie rotonde sono le protesi più utilizzate. Hanno una forma simmetrica. Sono disponibili in tutte le dimensioni e variano in larghezza e sporgenza.

Ci sono protesi tonde di alto profilo (proiezione alta), protesi tonde di profilo moderato (proiezione media) e protesi tonde di basso profilo (proiezione bassa).

Dà al seno una forma arrotondata, a forma di mela. La scollatura è ben riempita, più che con una protesi mammaria anatomica.
2. Protesi anatomica del seno

Le protesi mammarie anatomiche hanno una forma sagomata, la parte superiore è più sottile e la parte inferiore è più proiettata. Sono disponibili in tutte le dimensioni e variano in larghezza e sporgenza.

Questo tipo di protesi dà un risultato più naturale rispetto alle protesi tonde e conferisce al seno una forma a goccia.

La trappola delle protesi mammarie anatomiche è il rischio di rotazione, che rimane tuttavia estremamente raro.

Sono disponibili diversi materiali di rivestimento per protesi mammarie
1. Protesi mammarie in silicone

Le forme del seno riempite di gel di silicone danno una sensazione più naturale e limitano il fenomeno delle onde. Il prezzo di una protesi mammaria
2. Impianti mammari in soluzione salina

Le protesi mammarie rotonde o anatomiche riempite di soluzione fisiologica sono utilizzate molto poco. Si sgonfiano molto rapidamente e la sensazione al tatto non è molto naturale. Il prezzo di una protesi mammaria salina è il più economico sul mercato.
3. 3. Le forme del seno in poliuretano sono le più costose sul mercato.

Le forme tonde o anatomiche del seno in poliuretano sono riempite con gel di silicone. Solo il loro rivestimento è in poliuretano, permette di limitare il rischio di rotazione e di ridurre la comparsa di un guscio. Il prezzo di una protesi mammaria in poliuretano è il più costoso sul mercato.
Impianti o protesi mammarie: quale prezzo?

Il prezzo di una protesi mammaria varia a seconda della sua forma (protesi rotonda o anatomica) e del materiale.
– Per una protesi mammaria rotonda o anatomica in silicone: il prezzo varia tra i 450 e i 550 euro al paio.

– Per una protesi mammaria rotonda o anatomica salina: il prezzo varia tra i 250 e i 350 euro.

– Per una protesi mammaria rotonda o anatomica in poliuretano: il prezzo è di circa 740 euro.
Durata di vita delle protesi o delle protesi mammarie

La durata di vita di un impianto varia a seconda del tipo di protesi, del suo impianto e della sua fabbricazione.
Non vi è alcuna indicazione di cambiare sistematicamente una protesi mammaria ogni 10 anni. La rimozione di una protesi mammaria e la sua modifica viene effettuata solo in caso di problemi.
In teoria, non è possibile mantenere una protesi mammaria a vita, ma può essere cambiata dopo 5, 10, 15 o 20 anni a seconda delle sue condizioni.
Come scegliere una protesi o una protesi mammaria?

Durante il consulto con il vostro chirurgo estetico, le prove con protesi mammarie esterne vi permettono di sapere con precisione quale sarebbe la protesi ideale corrispondente ai vostri desideri.
Il chirurgo è lì per guidarvi nella vostra scelta.

Sito :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code