Chirurgia plastica

Le cicatrici della Mastoplastica

26 Luglio, 2020

Dove sono le cicatrici dopo l’aumento del seno?

Sito da conoscere : https://ilchirurgoestetico.com/

Ci sono tre modi per eseguire l’aumento del seno: inserendo una protesi sotto la piega sottomammaria (sotto il seno), praticando un’incisione nella piega dell’ascella o praticando un’apertura sotto l’areola del seno. La posizione della cicatrice dipenderà da ciascuna di esse. Per eseguire questo aumento del seno, il chirurgo dovrà praticare un’incisione di 3-5 centimetri in anestesia generale per posizionare la protesi nel miglior modo possibile. Questa incisione sarà tanto meno visibile in quanto avrete seguito le indicazioni del vostro chirurgo in modo che le cicatrici siano viste il meno possibile dopo.
1. Aumento del seno mediante incisione del solco sotto il seno (il più comune).

L’incisione viene praticata sotto il seno. È attraverso questa incisione che il chirurgo posizionerà la protesi mammaria nella tasca del tessuto muscolare. Questo è il modo migliore per il chirurgo per avere un quadro completo di come posizionare correttamente l’impianto. Inoltre, il rischio di infezione in seguito è quasi inesistente. Per questo tipo di incisioni, attualmente molto ben controllate, la cicatrice sarà praticamente invisibile. Situato sotto il seno, guarisce molto bene e lascia pochissime tracce.
2. Aumento del seno mediante incisione nella cavità ascellare.

L’incisione è praticata nell’ascella. È ovvio che a questo livello la cicatrice è ben nascosta. Tuttavia, questa incisione a volte ha difficoltà a guarire perché si trova sotto l’ascella e il rischio di infezione è maggiore a causa dei follicoli piliferi. Infatti, i capelli sono una potenziale fonte di batteri che possono causare infezioni.
3. Aumento del seno mediante incisione peri-areolare.

Quest’ultimo metodo è quello che darà il maggior rischio di vedere la cicatrice. Questo perché si trova al centro del seno, sotto l’areola. L’impianto viene quindi posizionato davanti al muscolo pettorale. Fortunatamente, l’aumento del seno con questo metodo è il meno utilizzato. Tanto più che può causare difficoltà durante l’allattamento e una perdita di sensibilità nel capezzolo.

I punti vengono rimossi una o due settimane dopo l’operazione. A volte i punti utilizzati sono assorbibili e cadranno da soli senza bisogno di una nuova operazione. Le cicatrici rimangono rosse e leggermente gonfie e dolorose per qualche settimana. Rimangono chiaramente visibili per circa 6 mesi, sbiancandosi e sbiadendo gradualmente. Sarà inoltre necessario prestare attenzione ai raggi UV, soprattutto durante il primo anno e quindi non esporsi al sole.

Allo stesso modo, una benda è utile per mantenere le cicatrici per un certo periodo di tempo al fine di limitare il loro allargamento a seguito degli sforzi. Anche le sigarette sono fortemente sconsigliate per accelerare il processo di guarigione. Infine, va sottolineato che una cicatrice antiestetica può sempre essere corretta a partire da un anno dopo l’operazione.

Da conoscere : https://www.entourage.ch/it/technologies/mastoplastica-additiva-con-protesi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code