Uncategorized

Mastoplastica Roma

7 Giugno, 2020

Nell’impianto del seno, la protesi mammaria viene introdotta attraverso una piccola incisione. L’incisione può essere nella metà inferiore dell’areola o nella piega sotto il seno. La scelta è determinata secondo i desideri del paziente e le varie predisposizioni anatomiche. Abbiamo a disposizione diverse forme di protesi mammarie: le cosiddette forme anatomiche, dove la protesi ha già la forma di un seno naturale, o forme rotonde. In ognuna delle forme, ci sono quattro possibili proiezioni, a seconda che si voglia un seno piuttosto piatto o molto rotondo. Le protesi mammarie attualmente in uso sono preriempite con un gel di silicone. Ci sono diverse possibili densità di gel per soddisfare i diversi gusti dei pazienti.

La scelta del rivestimento (“classico” = microstrutturato, o innovativo = poliuretano) è oggi un elemento indispensabile che i chirurghi qualificati non possono ignorare. Il rivestimento in poliuretano permette di spingere indietro i limiti della chirurgia in situazioni complesse di seno cascante, o nel caso di gusci peri-protesici o anche di asimmetrie maggiori. Il Dr. Sergio Delfino ha padroneggiato perfettamente queste tecniche innovative per diversi anni.

La posizione della cicatrice, la posizione della protesi in relazione al muscolo, il tipo e la dimensione della protesi saranno decisi durante le consultazioni preoperatorie. L’anestesista dovrà essere consultato circa una settimana prima dell’operazione. L’anestesista prescriverà eventualmente un esame del sangue. Questo check-up è di solito completato dal chirurgo, che richiederà un controllo di imaging del seno (mammografia e/o ecografia).
DOPO
L’INTERVENTO

È necessario un ricovero ambulatoriale (solo di giorno) (più raramente un pernottamento in clinica dopo l’operazione). Il periodo post-operatorio è raramente doloroso, anche nel caso di protesi mammarie situate dietro il muscolo pettorale maggiore. Questo è il risultato di una collaborazione con l’anestesista e consiste, durante l’operazione, nell’anestetizzare il muscolo pettorale maggiore utilizzando un prodotto anestetico locale con una durata di azione prolungata. Il paziente può essere dimesso dopo 24 ore e può continuare a ricevere compresse analgesiche a casa.

È necessario ottenere un ottimo sostegno del seno con un reggiseno che viene prescritto durante i consulti preoperatori e che sarà acquistato dalla paziente prima di entrare in clinica. Questo reggiseno viene indossato non appena l’operazione è terminata e deve essere indossato 24 ore su 24 per le prime settimane. Le piccole medicazioni sulle cicatrici devono essere rifatte ogni 2 o 3 giorni per una settimana.

Le consultazioni post-operatorie si svolgono in ufficio, circa una settimana dopo l’operazione, poi a 2 mesi e a un anno.

Siti web da vedere :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code