Uncategorized

Medicina estetica

10 Gennaio, 2020

La gente si è resa conto che ora esiste un’alternativa molto sicura e indolore al ringiovanimento del viso e del corpo, e poiché non è permanente, il fattore paura è stato eliminato. Molti dei nostri pazienti ci dicono che non avrebbero mai preso in considerazione la chirurgia plastica, eppure i trattamenti cosmetici come il botox e i filler sono per loro molto accettabili.

Allora, da dove viene la medicina estetica? Ebbene per questo possiamo guardare alla scoperta del botox e come molte delle più grandi scoperte mediche come la scoperta della penicillina, è stata una scoperta accidentale! Dall’inizio degli anni ’70, il botox è stato utilizzato per il trattamento di molte condizioni mediche, tra cui strabismo e blefarospasmi (contrazioni involontarie degli occhi). Nel 1987, un oftalmologo stava trattando il blefarospasmo nei suoi pazienti con il botox e, con sua grande sorpresa, notò che un effetto collaterale era una riduzione delle rughe intorno agli occhi! Con l’aiuto del marito, un dermatologo consulente, hanno progettato studi clinici per valutare l’efficacia di questo potenziale trattamento estetico e la medicina estetica è nata!

Cos’è la medicina estetica?

Ebbene, è il campo più nuovo e in rapida crescita della medicina moderna ed è letteralmente il fratello più giovane di una chirurgia plastica ben consolidata. Di recente ho visto un’intervista con un tennista, e nell’intervista descrive come, fin da piccolo, abbia avuto una feroce rivalità con il fratello maggiore, ma all’età di 14 anni si è ripreso e ha iniziato a battere regolarmente il fratello maggiore. Beh, secondo me, la medicina estetica ha solo 14 anni!

Qual è la differenza tra la mia passione per la medicina estetica e la mia passione per la chirurgia estetica? Questa è una domanda che i miei pazienti mi fanno ogni giorno e ci sono molti modi per rispondere. In parole povere, la medicina estetica è l’alternativa minimamente invasiva alla chirurgia plastica. La chirurgia plastica usa il bisturi come strumento principale, in medicina estetica usiamo piccoli aghi, cannule, bucce e laser. Per i fan di Star Trek, ricorderete che un medico ha operato, curato malattie e persino, in un episodio, ha invertito il processo di invecchiamento con quello che sembrava un laser a mano. Per quanto futuristico possa sembrare, quel futuro è già qui e sono molto sicuro che il bisturi diventerà presto molto sottoutilizzato e diventerà un cimelio da museo in un futuro non troppo lontano. Tutti vogliamo meno dolore, meno cicatrici e meno rischi, e ora, in molti settori della medicina moderna, la tecnologia e le nuove tecniche moderne stanno rendendo le procedure minimamente invasive un pasto molto appetitoso nei menu di molte persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code