Botox

La tossina botulinica purificata di tipo “A” è ammessa e commercializzata in Italia con la denominazione di Vistabex®. Essa, inoculata in minime quantità (unità attive) in corrispondenza di precisi punti del volto, elimina in breve tempo la causa determinante delle rughe, conferendo alla pelle una liscezza e luminosità non ottenibili precedentemente.

In pratica il botulino riduce la forze di corrugamento dei muscoli mimici che determinano, con la loro azione, la formazione di rughe. Fra questi il muscolo frontale (rughe della fronte), il muscolo procero ed i muscoli corrugatori dl sopracciglio (rughe verticali ed oblique tra gli occhi), muscolo orbicolare dell’occhio (rughe “a zampe di gallina”). Inoltre, riducendo la forza di trazione verso il basso del muscolo orbicolare dell’occhio, ha un’azione di lifting sulla coda del sopracciglio che, aprendo splendidamente l’occhio, elimina o procrastina fortemente la necessità di lifting temporale. La sua azione è quindi rilassante, appianante le rughe e rinfrescante, donando un indubbio effetto di lifting ringiovanente al viso.

Può essere utilizzato con successo anche in casi di iperidrosi (eccessiva sudorazione) del cavo ascellare. Ciò in quanto provoca la riduzione di attività delle ghiandole sudoripare nella zona trattata.

Esistono controindicazioni al trattamento come la gravidanza e l’allattamento, patologie neuromuscolari, allergia all’albumina. Non esistono particolari controindicazioni oltre a quelle già sovra descritte, ed il paziente potrà riprendere le proprie occupazioni immediatamente dopo l’intervento, senza quel disagio sociale che fino a poco prima minava la sicurezza in se stesso.

Dopo il trattamento di botox Roma è consigliato mantenere la posizione eretta per circa 4 ore. Il risultato sarà apprezzabile dopo alcuni giorni, raggiungendo il massimo effetto dopo circa 15 giorni. La durata è di circa 4/6 mesi.

Due sedute ogni anno (mezz’ora circa per ogni seduta) sono sufficienti per ottenere una stabilità del risultato.
Non è necessario alcun test specifico preventivo. Non è necessaria anestesia, non vi è degenza e non vi sono gonfiori o segni particolari se non quelli, molto modesti, che vengono eliminati in poche ore.